Archivi tag: mal di libri

Mal di libri attraverso le foto di Stefano Panetta

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le foto sono state realizzate da Stefano Panetta che ringraziamo!

Per maggiori info visitate la sua pagina Flickr

Le foto riguardano l’incontro “Il Male, Frigidaire e Roma dalle origini ai giorni nostri”, con Vincenzo Sparagna, Dario Morelli, Gianluca Liguori, Tommaso de Lorenzis e “Dal libro-feticcio al blog letterario: come si mettono in rete le storie”, con CollaConaltrimezziFlanerìPubSetteperUno e Viadeiserpenti, Tropico del Libro moderati da Caterina Di Paolo.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

Complimenti, hai avuto una grande idea, no, è un’idea tua, no, è un’idea tua, no, è un’idea tua, no.

Emiliano mi dice vieni a Roma e facciamo questa cosa, una performance, ti metti lì, fai così, prendiamo questo, mettiamo quello. Io non ci credevo e invece poi l’abbiamo fatto.
Cubetti di Felicità.

Raro parlare di felicità, era da un po’ – vero? – che non se ne parlava.

Scusate, ve la racconto meglio:
Cubetti: performance di felicità
Ovvero:

si parlava di lucida follia dello scrivere e abbiamo cercato di avvicinarci il più possibile a questa cosa.
Ti metti lì, all’inizio dell’isola pedonale, da Eraldo, che è un bar che si chiama Il Bar, e cominci a fermare la gente a casaccio e a chiedere di scrivere in un piccolo foglietto un loro ricordo felice. Poi facciamo mettere il foglietto dentro a un cubetto e poi mettiamo il cubetto dentro un cubo più grande e il giorno dopo regaliamo i cubetti a casaccio, di nuovo, alla gente che passa. Quindi vediamo cosa succede.

Allora ci siamo messi lì: Ciao, fai un regalo a Mal di Libri, regalaci un tuo ricordo felice. E la gente ti chiede cosa? Felicità de che? E allora tu rispondi della tua vita, un ricordo felice della tua vita, senza Brigitte Bardot o Mike Bongiorno, un ricordo della tua vita, un gelato, un caffè buonissimo, una finestra aperta (d’estate) o una finestra chiusa (d’inverno), un ricordo felice insomma.

C’è quello che è contento dell’iniziativa e ti fa i complimenti ma ha paura che poi alla fine ci sia da firmare, quell’altro che proprio ti dice che non ha spiccioli, quell’altro che ti racconta in un paio di giri di vita i suoi ultimi trent’anni compreso un cartoncino di tavernello che ha lì nel sacchetto.

Insomma,
tendenzialmente la gente scappa. La felicità fa paura, ci è venuto da pensare, dovremmo chiedere commenti sull’attuale governo, allora sì.

Invece no, invece qualcuno ritorna, qualcuno si fa venire in mente un ricordo felice che non si ricordava più, qualcuno aveva il ricordo già lì, sulla punta della lingua e lo mette sulla penna e sul foglietto e nel cubetto e nel grande cubo subito, ché già sapeva, era proprio una cosa che gli veniva da fare

Contrassegnato da tag , , ,

Domani a quest’ora Mal di Libri sarà già iniziato

(Immagine di Conaltrimezzi)

Un’oretta fa ho inforcato la bici e sono uscita dalla casa editrice accendendo l’iPod in corsa. Ho lasciato perdere la mia mania di controllo, per una volta, e ho impostato lo shuffle lasciando che il quadratino rosa minimale e ipertecnologico scegliesse per me: sono rimasta sorpresa perché la canzone era come un cavallo che galoppava allegro e sincopato, una versione allucinata di Simon & Garfunkel. Non sapevo chi fosse il gruppo: sedici giga pieni sono più di quanto possa realisticamente conoscere o ricordarmi.

Grazie a questa canzone non solo i pedali, ma anche i miei pensieri si sono sbrogliati un po’, e qualche metafora per quello che accadrà domani e dopodomani è salita a galla. Più di un mese fa ho scritto che conoscere Chiara e organizzare insieme a lei il primo Mal di Libri è stato come salire su una giostra nuova e veloce: ho pensato mentre il sole mi scaldava ferma al semaforo rosso che mi sento come su un trampolino, nei secondi precedenti al tuffo. Solo che l’acqua della piscina è calda, e ai bordi ci sono i miei amici che bevono un martini o una più verosimile biretta. Ho pensato che questo pomeriggio è come quello precedente al primo giorno di scuola, senza la maestra di matematica però. Il pomeriggio prima della prima ricreazione.

Domani inizia la seconda edizione di Mal di Libri. Ieri sera siamo stati al Pigneto a distribuire gli ultimi programmi e volantini, a chiacchierare con i gestori dei locali, a guardarci intorno cercando di immaginare come sarà. Questa mattina mi sono infilata in bicicletta dentro l’isola pedonale facendo slalom tra le vecchiette e i bancali di frutta che la mattina sono i segni distintivi del Pigneto, e ho pensato che è un quartiere bello che ormai sento come una casa, e che sono felice di far parte di una festa in cui il vino non fa solo venire il naso rosso ma aiuta anche l’ascolto di parole e storie nuove. Una festa che porta i libri anche dove non ci sono di solito, perché i libri, molto più dei tappeti, danno un tono all’ambiente.

Firmarmi in calce m’imbarazza, allora lo dico così: io sono Caterina e domani mi riconoscerete perché sembrerò avere di nuovo quattro anni e un enorme zucchero filato in mano. Solo che al posto dello zucchero filato ci sarà un libro, o un fumetto. Che sono meglio dei dolci, non solo perché non fanno ingrassare o venire le carie.

Contrassegnato da tag , , ,

Sforbiciate – La vita, l’amore, la pazzia. Ma prima, per favore, il pallone.

Les Flaneurs e Fortebraccio vi invitano domenica 21 ottobre alle 12:30 a un reading dedicato a una delle follie più diffuse e contagiose del nostro Paese: la febbre da pallone.

Fabrizio Gabrielli, autore di Sforbiciate. Fraseggi fuori area & storie di pallone (ma anche no), Piano B Edizioni, accompagnato dalla chitarra di Roberto Dossi, condirà con un reading dei suoi racconti sul calcio l’attesa delle partite di campionato all’orario del brunch presso Casa Mangiacotti, in via Gentile da Mogliano 180 al Pigneto.

Ogni sforbiciata è la narrazione di incroci imprevisti e imprevedibili, giocate inaudite, retroscena inediti.

Centravanti che segnano goal di tacco ai derby, crist’in croce che sembrano voler parare i peccati del mondo, partigiani che sanno già come giocare la palla prim’ancora che gli arrivi tra i piedi. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

COLLA, LES FLANEURS E RETORICA+ SI SONO PRESI LA LOCURA A MAL DI LIBRI

Mal di Libri internernational: tra gli eventi di sabato 20 ottobre, alle ore 19,30 all’Hulahoop Club (via Filippo De Magistris, 91/93) Les Flaneurs e Colla portano in scena la Locura, la follia per la scrittura e la lettura declinata in Spagnolo. Los Ingravidos, il nuovo numero di Colla che verrà presentato durante la serata, è infatti composto interamente da racconti di autori iberici.
Questo numero speciale vede la rivista rinnovarsi da capo a piedi con un restyling grafico e un nuovo dominio – è infatti scaricabile online all’indirizzo www.collacolla.org. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Ghigliottina.it: informazione indipendente di qualità

Un nuovo taglio all’informazione è il sottotitolo, lo slogan che fa capire cos’é e chi fa parte di Ghigliottina.it, che per il secondo anno consecutivo ha il piacere e l’onore di partecipare a Mal di Libri. Nell’ottobre di 12 mesi fa, armati di entusiasmo, computer, telecamera e microfono i ragazzi di questo settimanale online romano nato nel 2007, si sono presentati alla prima edizione di Mal di Libri con l’intento di farsi conoscere e condividere insieme questa manifestazione culturale.

Sabato 20 e domenica 21 ottobre 2012 se vedrete qualcuno con in mano una telecamera e un microfono non spaventatevi: la sete di informazione indipendente e di qualità vi coinvolgerà, naturalmente in mezzo agli stand e durante gli incontri di Mal di Libri

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Today is the day!

Oggi è l’ultimo giorno per aderire a Mal di Libri!
Editori, vi aspettiamo!
Scrivete a maldilibri[at]gmail.com per far parte della nostra festa!

Contrassegnato da tag , , ,

Mal di Libri: una festa lo-fi!

Come promesso, ecco l’intervista a Chiara per GOLD TV. Altro che streaming e tecnologie sincronizzate: abbiamo ripreso la televisione accesa con uno smartphone. Apprezzerete l’effetto lo-fi e un pochino alla Lynch!

Mal di libri: do it yourself.

Contrassegnato da tag , , , , ,